Ancora un top team per la Sibe che sabato alle Toscanini riceve il Montecatini

Dragons per testarsi e per cercare ulteriori passi avanti sia atletici che di intesa

Tutti sapevano che non sarebbero state queste prime gare a dare l’esatto valore della SIBE, che giustamente per salvaguardare la sicurezza dei propri tesserati, ha voluto interpretare nella maniera più restrittiva i protocolli COVID, sia del Comune di Prato che della Federazione Pallacanestro. Dragons dunque che hanno intrapreso la preparazione in ritardo rispetto a tante altre avversarie, e con lo staff dirigenziale laniero che ha preferito iniziare il campionato senza neppure una gara amichevole. Ma i riscontri che Marco Pinelli ha ricevuto dalla sua rinnovata formazione sono stati più che lusinghieri, tant’è vero che il coach, che sabato scorso a Castelfiorentino è diventato il più presente sul pino pratese, s’è sempre sperticato in elogi verso la sua giovane truppa, sia per l’approccio alle gare che per la determinazione con la quale, tre volte su tre i suoi sono riusciti a riaprire le partite.
Ma intanto c’è da chiudere il girone d’andata ancora con un super team. Sabato 20 marzo, palla a due alle 18,30 alzata da Marinaro di Cascina e Landi di Pontedera, arriverà alle Toscanini il Viking Montecatini. I termali avranno sicuramente il dente avvelenato per aver ceduto in casa contro Agliana, in una gara che si annunciava in bilico, ma che i neroverdi hanno dominato con percentuali al tiro stratosferiche che difficilmente si vedono nei campi delle “minors”. La squadra del presidentissimo Cardelli, decano dei dirigenti toscani, ha un roster da fare invidia in categoria superiore. Ben sei giocatori viaggiano con medie in doppia cifra a partire dal play 42enne Meini, veterano della GOLD con presenze in A2 con Pavia, Trapani e altre, deciso a chiudere una carriera inimitabile nella società che lo ha lanciato e dove ha fatto tutta la trafila giovanile. Ad alternarsi in regia, ma anche con ruoli di guardia tiratrice, viaggia a oltre 16 di media, l’altro montecatinese Tommei, dal vivaio del Monsummano con esperienze in B a Desio, Domdossola e a giro per l’Italia. Nel reparto guardie giostra anche il 29enne argentino Marengo, arrivato per la A di Reggio Calabria e visto anche Lega2 a Firenze. A completare il reparto il 37enne Romano, figlio d’arte, tante stagioni in serie B e incontrato dai Dragons lo scorso anno quando militava nell’Agliana. Coach Cardelli, omonimo del presidente, ha a disposizione anche un fortissimo reparto interni con Manetti, 200 cm. di scuola USE Empoli, esordio in A2 a Ravenna e lo scorso anno a San Giobbe Chiusi, e soprattutto il termale Ingrosso, giovanili nella Mens Sana e le ultime due stagioni in serie A a Cassino e Imola. Jolly per più ruoli c’è inoltre il giovane triestino Zampa proveniente dalla B del Faenza, che viaggia a quasi 12 di media in queste tre prime gare.
Per la SIBE non sarà certo facile ripetere le belle prove di questo inizio stagione, anche perché con una squadra esperta come quella termale, i passaggi a vuoto saranno puniti senza possibilità di replica. Quindi coach Pinelli, che tuttavia in questa fase bada più all’inserimento dei giovani e dei nuovi Magni e Vannini, che al risultato finale, in settimana ha puntato molto sulle collaborazioni fra i reparti per diminuire ulteriormente le palle perse e provare a dare il meno possibile, seconde opportunità agli avversari.
La gara di sabato potrà essere seguita in diretta sulla pagina Facebook della Pallacanestro Prato Dragons. Ampio spazio anche da parte di TV Prato che manderà in onda la telecronaca di SIBE Prato c. Viking Montecatiniterme sul canale principale (74 del Digitale Terrestre) già domenica 21 marzo alle ore 21 e martedì 23 alle ore 23,30. Diverse poi anche le repliche sul canale sportivo (212 del D.T.): mercoledì 24 marzo alle 21.00, giovedì alle 16,00, venerdì alle 10,30 e sabato 28 marzo alle ore 19:00.