La Sibe contro la Synergy prova a chiudere in bellezza uno strepitoso 2019

I Dragons sabato a San Giovanni Valdarno per dimenticare lo smacco del 2017

Saranno gli arancioni della Synergy a misurare i progressi della SIBE, progressi già evidenziati nella impossibile trasferta di Chiusi, e soprattutto nell’ultima gara interna vinta alla grande contro Agliana. La società Valdarnese, dopo lo spavento dello scorso anno, quando si salvò ai playout, ha chiamato a guidare la squadra, coach Franceschini, da giocatore vecchia conoscenza dei Dragons per le innumerevoli sfide contro il suo Costone. Il tecnico senese, formatosi con le giovanili mensanine, è un ottimo valore aggiunto per i tradizionali avversari della SIBE. Mantenuto lo zoccolo duro dello scorso anno, con diversi giocatori della prolifica zona, al posto di Dainelli e Trillò, trasferirtisi rispettivamente a Montevarchi e Altopascio, sono stati firmati il giovanissimo Cosimo Pelucchini, scuola USE Empoli dove esordì in B lo scorso anno, alternandosi anche con il Biancorosso Empoli, avversario dei Dragons nella scorsa stagione, e soprattutto il pivot montenegrino di Podgorica, Jovic, che dall’alto dei suoi 208, è una delle torri del girone. Il 31enne, da 10 anni in Italia, ha sempre avuto grande impatto nelle minors dove ha giocato. I confermati, a parte il 33enne play Corsi, esperienze anche in serie superiori a Bernalda e Montevarchi, sono tutti abbastanza giovani, ma già molto esperti, provenendo dall’ottimo vivaio sangiovannese. Bertolazzi, Ceccherini, Brandini ed Innocenti, danno consistenza, sfiorando tutti la doppia cifra, alla front line, mentre a completare il reparto interni, giostrano l’altro Pelucchini e Cardo. Ma quello che mette più in apprensione lo staff laniero, è l’attitudine difensiva della squadra che fra le mura amiche del Palasport di Via Genova, concede appena 64 punti agli avversari e dove anche gli squadroni di Virtus Siena e Legnaia, pur vincenti si sono arrestati a soli 57 punti. La Synergy in classifica ha 6 punti, la metà dei pratesi, ma sul proprio parquet, sospinta dai suoi tanti tifosi, è compagine molto pericolosa.
Per questo coach Pinelli durante tutta la settimana ha spronato Staino e compagni a non abbassare la guardia e pur privi di Fontani, che rientrerà con la ripresa dopo la pausa natalizia, i Dragons vogliono mettercela tutta per chiudere in bellezza un 2019 stellare, culminato con la promozione diretta senza passare dai playoff ed anche una prima parte di Gold superiore alle attese per una neopromossa, con per adesso, un record di 6 vinte e 6 perse.

Il match di sabato 21 dicembre, fissato alle 21,15 sarà arbitrato da Sposito di Livorno e Piram di Campiglia Marittima